martedì 16 ottobre 2018

L'HÔPITAL PRIVÉ DE PROVENCE, FUTUR PÔLE MÉDICAL PLURIDISCIPLINAIRE D'AIX, SE DESSINE

Go Met' - L’Hôpital Privé de Provence (HPP), fruit du regroupement de la Polyclinique du Parc Rambot et de la Polyclinique du Parc Rambot-Provençale, et la Maison médicale de Provence, ouvriront leurs portes en juin 2019. L’objectif : améliorer le soin pour tous. Avec son équipe de spécialistes et l’utilisation de techniques novatrices, l’Hôpital Privé de Provence participe à la recherche et à l’innovation dans le domaine médical. Sur le nouveau site des Bornes, au Pont de l’Arc à Aix-en-Provence, s’étendra un plateau médical de 27 000 m2, avec 25 salles d’opération, plus de 300 lits, 500 collaborateurs et 170 médecins. L’HPP, établissement privé indépendant, entend bien conforter sa place de plus grand pôle médico-chirugical privé de la région aixoise. Tout en étant à la fois un hôpital...>>>

lunedì 15 ottobre 2018

SANITÀ, ZAIA TAGLIA I SOLDI A ROVIGO

Il Gazzettino - Nel corso della quinta commissione consiliare del Veneto abbiamo assistito alla sottrazione di risorse alle province disagiate di Belluno, Venezia e Rovigo. Ci costerà circa 62 milioni di euro far funzionare azienda zero a fronte dei sacrifici che verranno imposti ai territori per rientrare dentro alle programmazioni regionali. In tale commissione consiliare gli amministratori hanno discusso sul riparto del Sistema Sanitario Veneto, ovvero hanno deciso come distribuire i 7,8 miliardi di euro provenienti dallo Stato alle 9 Ulss del territorio, in quota parte per cittadino e per provincia. Quest' anno per la prima volta è stato usato un metodo nazionale, sperimentale per la Regione, per la ripartizione dei contributi che non considera molto le specificità territoriali delle Ulss Dolomitica (Belluno), Polesana (Rovigo) e Serenissima (Venezia)...>>>

venerdì 12 ottobre 2018

MILENA GABANELLI SCRIVE, BARBARA CITTADINI RISPONDE

Clinic News - Nella rubrica DataRoom, sul Corriere della Sera di lunedì 1 ottobre, la giornalista, a quattro mani con la collega Simona Ravizza, dedicava la sua attenzione alle liste d'attesa delle prestazioni specialistiche nella sanità pubblica che si allungano, nonostante il numero delle prestazioni stia diminuendo. Tutto perchè, secondo la Gabanelli, c'è un meccanismo dei budget di spesa (che verso la fine dell'anno si esauriscono) che seguono logiche diverse che in qualche modo favorirebbero le strutture private accreditate. Risponde con un lettera inviata al quotidiano, il presidente dell'A.I.O.P. (Associazione Italiana Ospedalità Privata) facendo presente che "...sarebbe utile rivedere i meccanismi di assegnazione delle risorse nazionali dedicate al SSN, in considerazione del fatto che quelli attuali...>>>

giovedì 11 ottobre 2018

PRIVATE HEALTH INSURANCE CHANGES "WILLLEAD TO PREMIUM HILES"

The Guardian - New rules designed to simplify private health insurance will leave thousands of consumers facing significant premium increases, the Grattan Institute has warned. From April many of the 70,000 existing private health insurance policies will fall into a gold, silver, bronze and basic classification system, which will also feature “plus” versions of those categories. Thousands of “junk” policies will be scrapped. While the health minister, Greg Hunt, said the landmark reforms would have an overall neutral impact on premiums, Stephen Duckett, a health economist at the Grattan Institute, said some people would be more significantly affected by premium hikes than others. Modelling from Deloitte conducted for the Department of Health...>>>

mercoledì 10 ottobre 2018

SANITA' DIGITALE IN ITALIA, TUTTI I PUNTI (REALI) SUL TAVOLO

Agenda Digitale - Ecco tutte le sfide che il sistema sanitario nazionale deve affrontare in tema digitale, secondo l’esperienza effettiva di chi ci lavora. Dal GDPR alla telemedicina e l’IoT; dai big data alla necessità di andare oltre il fascicolo sanitario elettronico. Il ruolo del privato, le competenze che servono e un esempio innovativo [...] Regole, sostegno ed indirizzo, cooperazione. Il privato si sta muovendo velocemente sull’innovazione digitale, assicurazioni, case di cura, società di mutuo soccorso, fornitori. Le aziende sono frenate da regole ancora incerte e dalla babele regionale tecnico/amministrativa, non in grado di far fronte ad una telemedicina privata regionale o peggio, di dimensioni sovraregionali. Come fare per eseguire un teleconsulto o una Televisita...>>>

martedì 9 ottobre 2018

PRIVATE HEALTH GIANT SPIRE REVEALS 20% PROFIT HIT AFTER NHS FUNDING CUTBACKS


National Heath Executive - NHS funding squeezes have hit private firm Spire Healthcare as it forecasted a large decline in annual profits. Spire Healthcare has unveiled a 20.6% decline in pre-tax earnings in the six months to the end of June, and now forecasts full-year profits in the range of £120m to £125m; significantly down from the £150m predictions by the firm.
A presentation by the healthcare giant explained that this was linked to declining NHS revenues, more specifically “underlying revenue growth from Private Payors offset by lower NHS revenue, leading to underlying revenue decline of 2.4%.”...>>>

lunedì 8 ottobre 2018

IDEEITALIA: SANITA' LOMBARDA FUNZIONA CON SINERGIA PUBBLICO-PRIVATO

Aska News - Il modello Lombardia è sinonimo di una sanità che funziona, proprio grazie a una sinergia tra il pubblico e il privato: è quanto emerso nel tavolo “La sanità dei cittadini”, di “#IdeeItalia. La voce del Paese”, la convention azzurra organizzata da Mariastella Gelmini, in corso a Milano.
“La Lombardia è la regione leader in Europa su come fare sanità, utilizzando appieno il principio di sussidiarietà che ha sfruttato tutte le energie, pubbliche e private. Il nostro modello è una pianta che va annaffiata e coltivata con cura continuamente. Tuttavia, bisogna intervenire per assicurare ai dipendenti di questo comparta una nuova copertura contrattuale” ha dichiarato Gabriele Pelissero, presidente onorario di Aiop Lombardia. A rivendicare la bontà del sistema sanitario lombardo c’era Giulio Gallera, assessore al welfare: “L’alchimia tra sanità pubblica e privata...>>>

venerdì 5 ottobre 2018

LE PRIVÉ NON LUCRATIF CHERCHE UN NOUVEAU MODÈLE

Santé Social - Croissance des besoins sociaux et raréfaction des financements publics, renouvellement de la gouvernance associative et turn-over des salariés, transformation d’une logique de places en une logique de parcours et réforme tarifaire, l’environnement des organismes sanitaires, sociaux et médico-sociaux du secteur privé à but non lucratif a largement évolué. La marchandisation du projet associatif s’est en partie imposée via notamment les appels à projets. Le 2 octobre 2018, l’Uriopss Ile-de-France a choisi comme fil rouge de sa journée de rentrée sociale la question des modèles socio-économiques privés non lucratifs. Avec une constante : il n’y a pas de salut sans un projet associatif, clairement pensé et clairement énoncé, et porteur de sens...>>>

giovedì 4 ottobre 2018

PUBBLICO O PRIVATO UNA VECCHIA QUESTIONE

Mondo Libero - In questi ultimi 20 anni la sanità pubblica ha fatto passi da gigante nella direzione di un ammodernamento e razionalizzazione delle strutture ospedaliere.
Sono stati fatti notevoli investimenti, anche se ricordiamo che l’Italia è sotto la media OCSE per spesa procapite, soprattutto nell’acquisizione di nuove tecnologie e nel miglioramento degli edifici. Si è tentata una razionalizzazione dei presidi sul territorio chiudendo, o cercando di chiudere (non sempre questa operazione ha avuto successo a causa di resistenze locali) quelli con un numero limitato di posti letto.Tutto bene? Purtroppo no. L’efficienza e la razionalizzazione non possono non tenere conto di un elemento fondamentale: il paziente...>>>

mercoledì 3 ottobre 2018

FORD HEADING FOR MORE PRIVATE HEALTH CARE

The Hamilton Spectator - Is Premier Doug Ford about to open the door wide for more and more private health care in Ontario? That's the fear among public health-care supporters who see growing signs that Ford will allow more for-profit health-care facilities in Ontario as part of his drive to slash government spending. Even inside the Ontario Health Ministry, there are mounting concerns about how to deal with the pressure being exerted on Ford by private health-care cheerleaders who insist Queen's Park can save vast sums of money by permitting more for-profit clinics and hospitals. These advocates, including politicians, insurance companies and conservative doctors and medical groups, are pushing hard right now because they see a perfect opening for their agenda. That's because Ford has vowed to cut spending by four per cent a year. The Health Ministry budget is the biggest at $61 billion annually, making it the largest target for Ford...>>>

martedì 2 ottobre 2018

L'ESODO VERSO IL PRIVATO DEI MEDICI DEGLI OSPEDALI ITALIANI

AGI - E' saltato il tavolo per il rinnovo del contratto dei medici, pronti ora a incrociare le braccia. "È un momento particolarmente critico per il Servizio sanitario nazionale, che è in una situazione di grave sottofinanziamento - spiega Carlo Palermo, segretario di Anaao Assomed - Le notizie che arrivano dal governo su questa problematica non sono rassicuranti. Motivo per il quale abbiamo interrotto oggi l'interlocuzione tecnica per il rinnovo del nostro contratto di lavoro con l'Aran. Proclamiamo quindi lo stato di agitazione e annunciamo che ci sarà anche uno sciopero di una o più giornate nel mese di ottobre così come una manifestazione nazionale a Roma"....>>>

lunedì 1 ottobre 2018

PENSIONERS, MAY BE FORCED TO GO PRIVATE TO GET RECOMMENDED WINTER JAB

The Courier - Ruth Davidson said the NHS in Scotland had begun ordering vaccines for this winter’s flu immunisation campaign in the autumn of 2017, before a key expert group published its advice.
When the Joint Committee on Vaccination and Immunisation (JCVI) met in November last year, it recommended the new enhanced aTIV flu vaccine should be given to all those aged over 65, the Scottish Conservative leader told Holyrood during First Minister’s Questions.
But she said: “By that point NHS Scotland had already placed its order for a different product.”
Ms Davidson stressed the importance of the vaccine after a “dramatic rise” in flu deaths. The virus killed 331 people in the first three months of 2018 – an increase of 360% from the 72 deaths that were recorded in the first quarter last year...>>>