giovedì 29 settembre 2022

• Garantire trasparenza sui Fondi sanitari integrativi

CORRIERE DELLA SERA Milano - (Michele Faioli) - C’è una connessione sempre più strategica tra i fondi sanitari integrativi, riferibili alla contrattazione collettiva delle grandi organizzazioni sindacali e datoriali, e il PNRR. I fondi sanitari integrativi possono diventare uno strumento molto efficace per realizzare quell’auspicata combinazione tra sistema pubblico e privato, già descritta dalla Costituzione, recentemente confermata dal PNRR, in materia sanitaria perché essi svolgono, già oggi, un ruolo rilevante per la salute di lavoratori e lavoratrici di settori centrali per la nostra economia[...] Oltre alla prevenzione, rispetto a malattie comuni o connesse al tipo di lavoro svolto in quel settore, i fondi sanitari integrativi offrono servizi e finanziano prestazioni che, in molti casi, ben si integrano con il servizio pubblico... >>>

mercoledì 28 settembre 2022

• More inflation is on the way, and your health care bills are set to rise. Here's why.

USA TODAY
Virginia  - (Medora Lee) - Skyrocketing rent and food costs have company: Health care costs also are soaring, and what’s worse, they're likely to rise much more and could help keep overall inflation elevated for some time, analysts say.
Inflation is expected to boost annual U.S. national health expenses by $370 billion by 2027 compared with pre-pandemic projections, consulting firm McKinsey estimated in a report in September.
The medical care index, a subset of the consumer price index, accelerated to 0.7% in the month of August from 0.4% in July. Over the past year, it was up 5.4%, the largest 12-month increase since 1993 but still below the overall 8.3% pace of inflation. That lag in health care inflation to overall consumer inflation could be an ominous sign for consumers... >>>

martedì 27 settembre 2022

• Sanità: svolta green per il Policlinico Sassarese

ANSA Sassari  - (redazione) - Con un investimento di circa 1,5 milioni di euro il Policlinico Sassarese rinnova l'edificio di viale Italia imprimendo una svolta green all'intera struttura. Sono iniziati nei giorni scorsi i lavori di riqualificazione delle facciate, con anche la realizzazione di un polo tecnologico che prevede l'installazione di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica. nterventi che proseguiranno fino alla fine dell'anno.
"È intenzione della proprietà restituire alla città di Sassari l'eleganza originaria delle facciate del Policlinico riportandole allo stato più vicino possibile a quello originario. Gli intonaci esterni saranno completamente revisionati e trattati con materiali che, pur mantenendone l'aspetto originario, avranno la durevolezza e l'affidabilità degli interventi moderni", spiega Vincenzo Dettori, direttore amministrativo della clinica privata... >>>

lunedì 26 settembre 2022

• Oncologia oltre gli steccati: la partnership pubblico-privata può aiutare a incrementare le attività di prevenzione e screening

ADN KRONOS
Gallio Asiago  - (redazione) - Prevenzione, aderenza agli screening, innovazioni che vanno incontro ad un sistema sanitario sostenibile, partnership pubblico privata, formazione dei medici oncologi, portare il maggior livello di assistenza e le cure più moderne ed efficaci ai pazienti. Sono i temi che ruotano attorno al grande progetto PNRR e sono stati discussi alla SUMMER SCHOOL 2022 – Il PNRR tra economia di guerra ed innovazione dirompente” organizzata da Motore Sanità e con il contributo incondizionato di Abbvie, Gedeon Richter, Sanofi, Takeda, Becton Dickinson, Angelini Pharma, AstraZeneca, Boehringer Ingelheim, Chiesi, Daiichi-Sankyo, MSD, Novartis, Kite a Gilead Company, Janssen Pharmaceutical Companies of Johnson & Johnson, Alfasigma, CDI Centro Diagnostico Italiano, “L’oncologia sta attraversando una grande rivoluzione, si è passati da un paradigma di terapie che hanno un impatto sulla popolazione a terapie personalizzate che contribuiscono alla sostenibilità del sistema sanitario – ha spiegato Michele Milella, Professore ordinario di Oncologia medica dell’Università di Verona e Direttore del Dipartimento di Oncologia medica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona -. C’è necessità di raggiungere tutti i pazienti su tutto il territorio e poter offrire a tutti le possibilità di cura e in partnership con l’ospedale... >>>

venerdì 23 settembre 2022

• Uk, Can the NHS learn from Germany’s health system?

Getty Images
Getty Images
BBC NEWS
Londra  -  (Hugh Pym) - We love the NHS. We clapped for health workers and carers in the first wave of the pandemic. A large majority of us want to keep an NHS which is free at the point of use for all. But public satisfaction with the service has fallen to its lowest since 1997, according to a recent British Social Attitudes survey, and increasing numbers are not happy with the standards of care provided. Therese Coffey this week became the latest health secretary to pledge improvements for England, but are quick fixes possible, or is root-and-branch reform needed, and could other countries provide an answer? Germany has a public health system, but one which is funded in a wholly different way. According to the Commonwealth Fund think tank, around 86% of the population there are enrolled in schemes run by not-for-profit insurance organisations known as sickness funds...>>>

giovedì 22 settembre 2022

• Aiop:sinergia pubblico/privato per rispondere a nuovi bisogni di salute

IL SOLE 24 ORE  -  Milano (redazione)  -  "Il contesto nel quale operano le componenti di diritto pubblico e di diritto privato del Servizio sanitario nazionale è profondamente mutato dal 2019. È aumentato l’impegno nel garantire servizi e prestazioni ai cittadini, scoraggiati da liste d’attesa lunghissime e dalla difficoltà di accesso alle cure in modo equo su tutto il territorio nazionale. La risposta a questa preoccupante realtà deve essere fornita, sinergicamente, da entrambe le componenti". Lo ha detto Barbara Cittadini, presidente di Aiop, l’Associazione italiana ospedalità privata, a Genova nel corso dell’evento: “Sanità integrativa: Genova tre anni dopo” cui hanno preso parte, tra gli altri, il sottosegretario al ministero della Salute Andrea Costa, il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, il presidente Aiop Regione Liguria Ettore Sansavini e Francesco Berti Riboli, coordinatore Commissione Sanità integrativa Aiop...>>>

mercoledì 21 settembre 2022

• Matteo Colombo (Asso DPO): ‘Sanità digitale, per la banca dati nazionale basta ascoltare il Garante Privacy’.

KEY4BIZ Milano  -  (Paolo Anastasio) - ll Garante Privacy ha recentemente bocciato i decreti sulla banca dati Ecosistema Dati Sanitari (EDS) e quello sul Fascicolo sanitario elettronico (Fse). Abbiamo chiesto un parere al riguardo a Matteo Colombo, Ad Labor Project e presidente di Asso DPO.

Key4biz. Cosa significa questa doppia bocciatura in tema di sanità digitale?

Matteo Colombo. Il parere negativo (il Garante parla di “carenze considerevoli”) riguarda appunto i due schemi di decreto in materia di Sanità Digitale:Schema di decreto che prevede la realizzazione della nuova banca dati denominata Ecosistema Dati Sanitari (EDS), prevista nella riforma del Fascicolo Sanitario Elettronico. L’obiettivo dell’EDS è garantire il coordinamento informatico e assicurare servizi omogenei sul territorio nazionale;
Schema di decreto per favorire e migliorare l’implementazione a livello nazionale del Fascicolo Sanitario Elettronico.
In questi schemi il Garante per la protezione dati personali GPDP condivide la necessità di introdurre strumenti volti ad agevolare lo sviluppo di servizi sanitari digitali offerti ai cittadini, ma evidenzia “come sia doveroso che, nella loro realizzazione, vengano rispettati i diritti fondamentali delle persone”.

Key4biz. A livello normativo, come si collocano tali schemi? Sono inseriti all’interno di un progetto più ampio?

Matteo Colombo. Tali modifiche si inseriscono nel percorso in più fasi per la riforma delle disposizioni attuative del FSE alla luce dello specifico investimento del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Per questo motivo il GPDP li esamina insieme.
Come sottolineato dall’Autorità, tali recenti “modelli sanitari sono sempre più caratterizzati dalla raccolta di informazioni sulle prestazioni sanitarie rese all’assistito al fine di delineare un preciso profilo sanitario dello stesso, inteso come risorsa per la progressione e la sostenibilità del sistema sanitario, che al contempo deve essere considerato anche come bene fondamentale per la tutela dell’identità personale e delle libertà fondamentali dell’individuo”.
Ricordo che il d.l. n. 34 del 2020, infatti, oltre ad innovare la disciplina sul FSE, ha previsto che siano individuati i dati personali...>>>