venerdì 23 febbraio 2018

DAL 28 FEBBRAIO VIETATI MEZZI DI CONTRASTO PER RISONANZA CON GADOLINIO

Ansa Salute & Benessere - A partire dal 28 febbraio sarà sospeso in Italia l'utilizzo di comuni mezzi di contrasto endovenosi - per effettuare Risonanze magnetiche (Rm) - a base del metallo gadolinio. Lo comunica l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) sul proprio sito, sulla base della revisione condotta dall'Agenzia europea dei medicinali (Ema) che ha confermato che, a seguito dell'uso di tali mezzi di contrasto, si ha un accumulo di piccole quantità di gadolinio nei tessuti cerebrali.
"Non esiste attualmente - afferma l'Aifa - alcuna evidenza che i depositi di gadolinio nel cervello abbiano causato danni ai pazienti, tuttavia, non essendo noti i rischi a lungo termine, l'Ema ha raccomandato che i mezzi di contrasto lineari per uso endovenoso siano sospesi nell'UE...>>>

Nessun commento:

Posta un commento